Lorenzo Tazzieri - Direttore d'Orchestra

Nato a Genova nel 1985, il Maestro Lorenzo Tazzieri è uno dei più accreditati esponenti della nuova generazione italiana di direttori d'orchestra. A soli 33 anni, è direttore principale della Tokyo Metropolitan Opera Foundation, direttore artistico del Genoa International Music Youth Festival e dell’Amman Opera Festival, primo festival operistico fondato nel mondo arabo. Recentemente è stato il più giovane musicista insignito dal Sindaco di Genova e dalla Presidente del Senato della Repubblica Italiana del titolo di Ambasciatore di Genova nel Mondo.

 

Principali collaborazioni

Il debutto operistico avviene nel marzo 2010 con il Werther di J. Massenet al Teatro Wielki di Poznan.

Il suo ricco percorso lavorativo, soprattutto all'estero, lo porta a contatto con diverse realtà ponendo le basi di prestigiose collaborazioni: in Giappone con Yokohama Minato Mirai Hall, Nagoya Civic Concert Hall, Sendai Opera House (La Bohème) e Toyota City Concert Hall (La Bohème, La Traviata e L’Elisir d’Amore); in Cina con Harbin City Concert Hall e Deluxe Concert Hall (Chengdu); in Medio Oriente Amman Opera Festival (La Traviata e La Bohème); in Sud e Centro America con Gran Teatro Nacional di Lima (Madama Butterfly e Gala Vedi/Puccini), Teatro Municipal di Lima (Pagliacci/Adiós a la Bohemia e Don Giovanni), Teatro Pedro II di São Paulo (Cavalleria Rusticana), Teatro Nacional Miguel Angel Asturias (Città del Guatemala), Teatro Nacional Ruben Dario (Managua), Teatro Teresa Careño (Caracas), Teatro Municipal di Cusco, Orquesta Nacional de Guatemala, Camerata Bach (Managua) e Orquesta Sinfonica de Cusco.

 

Intensa anche l'attività in Europa dell'Est: è alla Štátna Opera di Banská Bystrica con La Traviata, alla Lviv City Hall con la Lviv Philarmonic Orchestra, al BatumiArts&MusicalCenter (Georgia) con Pagliacci e Cavalleria Rusticana e al Festival Opera Miniatyura di Kamyanets-Podilsky con Turandot; significativa la collaborazione con la Filarmonica de Stat Arad per la quale nel 2011 cura l’allestimento ed esegue Cavalleria Rusticana ottenendo un successo che lo porta a essere invitato regolarmente come Direttore Ospite anche negli anni a seguire.

 

Molto attivo anche in Italia, si segnalano il rapporto continuativo con il Teatro Zandonai (Madama Butterfly nel 2018, La Traviata nel 2017, Tosca nel 2016 e Il Barbiere di Siviglia nel 2015), la collaborazione con il Musica Riva Festival e la partecipazione al Concerto in Altura a Bardonecchia.

 

Nel 2011, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, dietro assegnazione di incarichi artistici da parte del Ministero della Cultura Italiano e degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, riscuote importanti consensi di pubblico e critica dirigendo filarmoniche di teatri nazionali e internazionali.

Nello stesso anno, in occasione del 60° anniversario dell’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, esegue concerti con l’Orquesta Sinfónica de Venezuela al Teatro Cachao e con l’Orquesta de Aragua nella sede di Casa Italia Maracay.

A Lima dirige l’Orquesta e Coro Nacional de Perù eseguendo un Gala verdiano per celebrare il bicentenario del compositore di Busseto al Museo de la Nacion.

 

Prossimi impegni

Dopo aver inaugurato con La Traviata il primo festival operistico del mondo arabo (Amman Opera Festival) alla presenza dei Reali di Giordania, il prossimo Luglio dirigerà Il Barbiere di Siviglia al Roman Amphitheater di Amman. Sono inoltre previsti Gala lirici dedicati a Puccini alla City Concert Hall di Shangai, La Bohème al Teatro dell'Opera di Tirana, La Traviata alla Štátna Opera di Banská Bystrica, Il Barbiere di Siviglia alla Deluxe Concert Hall (Chengdu - Cina), Madama Butterfly al Teatro dell’Opera di Conception (Cile), Il Trovatore al Teatro Zandonai, Concerti Sinfonici con la Sichuan Philarmonic Orchestra (Cina), un Gala dedicato a Paganini in occasione dell'apertura del Forum Mondiale dell'Economia a San Pietroburgo, un Gala Lirico al Teatro dell'Opera di Daegu (Corea) e, in Ungheria, con la Savaria Simphony Orchestra.

 

La formazione

Lorenzo Tazzieri inizia gli studi musicali a 6 anni, proseguendo la propria preparazione presso il Conservatorio Niccolò Paganini (GE), dove studia prima violino e poi, sotto la guida del prof. G. Carlascio, pianoforte. Si perfeziona al Conservatorio Pyotr Ilyich Tchaikovsky di Mosca con Elena Nathanson specializzandosi nel repertorio russo, e nel frattempo approfondisce lo studio della musica da camera con il Maestro Massimiliano Damerini. Gli studi di direzione d’orchestra avvengono sotto la guida dei Maestri Donato Renzetti e Gilberto Serembe e del Maestro Roberto Tolomelli del quale diventa assistente collaborando a numerosi titoli: Nabucco, Aida, Norma, Bellisario, Cinderella, Raymonda, Don Carlos, Madama Butterfly, La Cenerentola.

 

Altri progetti

Lorenzo Tazzieri ha sempre creduto e investito nella formazione e nella promozione dei giovani talenti musicali. Nel 2013, parallelamente all'attività professionale, fonda l’Associazione Movimento Allegro con Fuoco e avvia Operàpolis, progetto di carattere musicale e formativo il cui obiettivo è quello di sviluppare e riscattare la cultura e la società attraverso l’arte musicale collettiva. In breve tempo si creano i presupposti per la nascita di tre compagini giovanili: Orchestra, Coro e Compagnia Lirica Simon Boccanegra. Alla produzione concertistica affianca numerose attività formative incentrate sul rilancio della musica d’assieme negli istituti scolastici e crea un Polo Culturale dedicato alla formazione di orchestre e cori infantili. Sempre nel 2013 dalla collaborazione con i sitarista e tablista indiani Avaneendra Sheolikar e Sandesh Popatkar nasce “L’amor che move le alte stelle”, CD con brani inediti di commistione fra la musica tradizionale indiana e la musica sinfonica occidentale.

Lorenzo Tazzieri       Biografia

Versione

stampabile